Carta Etica

Scritta in sinergia dal management Davines, Alberto Peretti consulente filosofico e 77 dipendenti che hanno sottoscritto il documento originale

Scritta in sinergia dal management Davines, Alberto Peretti consulente filosofico e 77 dipendenti che hanno sottoscritto il documento originale

Carta Etica

“DAVINES PUNTA AD ESSERE LA PIU' BELLA E LA PIU' ETICA SOCIETA' NEL MONDO GRAZIE ALL'IMPEGNO DI TUTTI"

L'idea che Davines ha della bellezza

Davide Bollati - presidente di Davines - all’assemblea 2006 in cui è stata consegnato ai dipendenti di Davines il libro della Carta Etica.

La Carta Etica è stata ispirata in parte da un concetto di bellezza che attinge da un’antica filosofia, che accosta inequivocabilmente la “bellezza” al “bene”. Lavorando per mesi con un consigliere filosofico, i dipendenti di Davines hanno ideato una raccolta di valori professionali, relativi al comportamento e all’etica sul lavoro, nonché al modo in cui i piccoli gesti della vita di tutti i giorni possono migliorare l’ambiente lavorativo.

Si tratta essenzialmente di uno strumento che aiuta a descrivere come sia concepito e percepito il modo di lavorare in Davines.

Ma a differenza di un codice rigoroso, non contiene né regole, né istruzioni.

Lavoriamo quotidianamente per assicurare che questa coesione di valori comuni “echeggi” nella qualità dei prodotti e nei servizi Davines. Speriamo quindi che questo eco pervada le vite dei nostri partner e dei nostri clienti, ma in modo impercettibile, che ovunque nel mondo vivono l’esperienza di Davines.

A questo scopo, la Carta Etica è diventata fondamentale per la nostra visione di bellezza.